top of page

Mappe Emozionali

Mappe Emozionali, EFT e le Tecniche di Rilascio e Ri-Equilibrio

Le emozioni le proviamo tutti continuamente mentre viviamo...

Dall'etimo e-movere, "mosso da"

le emozioni, come forze, come cariche energetiche e vibrazioni che influenzano enormemente le nostre azioni e la percezione di ciò che ci accade nella vita, diventando “filtri” attraverso cui interpretiamo la realtà, 

e sono considerate la nostra "bussola interiore".

Ci permettono infatti di comprendere come stiamo,

dove siamo,

dove ci stiamo muovendo e dove stiamo andando.

Paradosso il fatto che, per la maggior parte, siamo soliti provarle e viverle ma poco abituati ad ascoltarci e riconoscerle.

Così la domanda come ti senti in questo momento? viene considerata una delle più potenti forme di centratura interiore.

Ed esplorando il loro linguaggio è possibile muoverci in esplorazioni e viaggi dalle traiettorie a noi conosciute, o ancora da scoprire.

E come tracciando e percorrendo e ripercorrendo Mappe Emozionali, 

incontrare e ricercare rappresentazioni interiori:

immagini, cosmografie, percorsi narrativi.

(…..)

Metaforicamente come onde,

quello di libero flusso (e-movere, energia in movimento),

è considerato stato e condizione emozionale naturale in ognuno di noi se permettiamo loro di seguire il proprio corso.

Ma quando invece cerchiamo di controllarle, se trattenute o rimaste intrappolate, quando ancora presenti vissuti traumatici contraddistinti da un "troppo" non rendono possibile di venire elaborati , ….

che in questi casi si parli di blocchi (congelamento, cristallizzazioni,...),

di ferite o di re-azioni.

Eppure, è comunque possibile andare a contattare quelle rappresentazioni interiori e l'emozione o le emozioni che come “mix vibrazionale” contraddistinguono il nostro stato profondo, e, anche grazie al supporto di tecniche specifiche che possano risultare valide alleate*,

andare a sciogliere, rilasciare, riequilibrare,

integrare possibili aspetti dissociativi, ....

ripristinando così la condizione naturale di flusso, equilibrio e benessere.

(….)

Le emozioni arriveranno,

saliranno con le proprie gradazioni e intensità, per poi ridiscendere .....

Ed è così anche per le più dolorose, per le più difficili da comprendere

(per chi ha un approccio in termini d'anima, per quelle che possono essere parte integrante le soggettive “lezioni” da apprendere).

ma poi si modificheranno e trasformeranno.

Per gli alchimisti una vera e propria arte, quella della trasmutazione.

Spesso si tratta di prendere distanza se necessario, 

osservare,

ri-conoscere,

accettare,

comprendere,

accompagnare nel lasciar andare.

Un sano rapporto con la dimensione emozionale è considerata via per il benessere.

Quella corporea la primaria dimensione di esperienza

e imprescindibile possibilità di approccio dei vissuti emozionali.

L'empatia una fondamentale capacità di percezione e ascolto.

Soprattutto nel caso di nodi complessi da sciogliere, questa tipologia di lavoro è considerato tra i più delicati. 

E' necessaria cautela, ma nello stesso tempo un certo grado di risolutezza nel perseverare procedendo nell'osservare, accogliere, ascoltare.

Nel poter far luce,

accorgersi e comprendere a che cosa quei vissuti corrispondano e possano sottendere.

La psicoterapia è spesso la principale alleata nella possibilità di individuare, indagare e osservare quali le tematiche in questione e i vissuti ad esse correlati.

Eppure restare a quel livello soltanto, in molti casi, non risulta completamente risolutivo.

Molte delle memorie a sottendere infatti hanno una fortissima componente psicosomatica e sono registrate a livello profondo, necessitando un approccio psico-corporeo, che comprende l'approdo alle emozioni, anche nella loro espressione somato-emozionale.

Così, gli strumenti qui proposti e che caratterizzano il mio approccio e la tipologia di lavoro a disposizione sono:

le tecniche di Rilascio e Riequilibrio Emozionale

SET(Simple Energy Tecnique) e EFT (Emotional Freedom Tecnique),

l'Emotional Balance, la Kinesiologia Emozionale

e le sessioni dedicate agli "Slacci" Energetici

a permettere di identificare quali emozioni sottendono un problema e sono presenti in modo da poterle rilasciare

 

 

 

 

 

 

 

 

il Codice Emotivo;

le possibilità espressive

(l'Arteterapia, gli incontri dedicati alla Narrazione Autobiografica e le Costellazioni);

e le risorse dell'Heart Healing sul Perdono.

Nonostante si tratti di valide tecniche di autoaiuto da poter praticare su di sè anche in autonomia, nel caso di vissuti antichi o difficili da codificare è consigliato poter svolgere il "lavoro" avvalendosi dell'accompagnamento di un-una professionista

Questo ne faciliterà l'esplorazione, permettendo anche di individuare meglio le adatte modalità e gli strumenti alla possibile risoluzione.

Cercare di ricontattare i ricordi o le rievocazioni senza supporti adeguati infatti, potrebbe soltanto rischiare di incrementare la sofferenza associata, o potremmo non riuscirci perchè troppo difesi o in difficoltà,

rafforzando quegli schemi e comportamenti che, se e quando adottati in passato  possono essere risultati d'utilità, hanno spesso la tendenza invece a riperpetuarsi, come blocchi o sabotaggi nella propria realtà o contesto attuale.

Spesso può bastare qualche incontro una volta individuate le adatte modalità.

Differente invece l'approccio nel caso di situazioni complesse, problematiche antiche o malattie già in manifestazione, per le quali è necessario tempo ed è consigliata la possibilità di poter procedere grazie a un percorso.

Per favorire al meglio questi processi interiori, stretti vincoli in termini di tempo tendono a risultare d'ostacolo in riferimento al poter accedere alla dimensione emozionale e al lavoro in quella direzione.

Gli incontri quindi vengono realizzati della durata di 1ora e 30 minuti - 2 ore circa ciascuno, così che, qualunque sia di volta in volta il movimento "attivato", non debba venire interrotto, restando irrisolto o incompleto.

*EFT (Emotional Freedom Tecnique) e le tecniche di Rilascio o di Riequilibrio Emozionale, sono tecniche energetiche, di auto aiuto, che partendo dal corpo grazie al tapping, il picchiettamento di alcuni dei punti corrispondenti ai meridiani principali della medicina tradizionale cinese, o l'utilizzo di magneti, permettono di attivare il sistema energetico e processi di rilascio e ri-equilibrio emozionale, ristabilendo condizione di naturale benessere a diversi livelli.

Grazie alla disponibilità nello svolgersi del processo e all'intenzionalità, sono orientate a stimolare, favorire e sostenere nel cambiamento e la guarigione.​​

Per quanto rigrada EFT e Emotional Balance è possibile apprendere la sequenza dei punti e le metodologie  fondamentali grazie a sessioni individuali o a presentazioni di gruppo che permetteranno di poterle applicare sin da subito anche già in autonomia.

L'operatore/lìoperatrice resta poi a disposizione nel poter facilitare anche insieme l'individuazione della tematica/delle tematiche fondamentali sulle quali può essere importante poter intervenire e procedere, soprattutto nel caso di particolari vissuti disturbanti o complessi all'emergere. 

Queste tecniche non si sostituiscono in alcun modo a qualunque cura medica o psicologica, soprattutto in caso di gravi problematiche, risultando in quel caso (anche a seguito di precedente e attenta valutazione) , comunque, utili e validi supporti da poter ben integrare nei processi di cura e guarigione.

Riferimenti bibliografici e di formazione:

Il creatore di EFT è Gary Craigg, ingegnere americano esperto di PNL e ricercatore nel campo della crescita personale che diede vita al metodo intorno agli anni 90 del secolo scorso.

Metodo che è andato rapidamente divulgandosi trovando consenso in tutto il mondo

(link del manuale in divulgazione gratuita

http://www.eftfvg.it/wp-content/uploads/EFT-e-book-Craig.pdf?x45337)

e che in Italia si è ampiamente diffusa con successo soprattutto grazie ad alcuni divulgatori

(tra quelli di maggior rilievo, Andrea Fredi, EFT Italia e Sentiero Interiore).

 

L'Emotional Balance invece, è rivisitazione del metodo da parte di Roy Martina, medico agopuntore americano che ha ideato il metodo Omega Healing di cui l'Emotional Balance e le tecniche di rilascio e riequilibrio, gli "Slacci Energetici", l'Heart Healing e le sessioni di perdono, corrispondono alle tecniche fondamentali parte integrante dei moduli della formazione.

E il Codice Emotivo, un metodo ideato dal dott.Bradley Nelson, un medico chiropratico attualmente considerato uno dei maggiori esponenti mondiali della medicina e psicoterapia energetica, è una

tecnica che consiste nel poter individuare e comprendere quali le emozioni rimaste "intrappolate" in noi nel corso delle nostre vite, a seguito di tutti quegli eventi che non siamo stati in grado di elaborare o rilasciare. Emozioni che, in quei casi, hanno la tendenza ad annidarsi in noi, venendo considerate le coresponsabili della formazione delle più svariate problematiche di salute.

Poterle rilasciare quindi è via che contribuisce a ritrovare guarigione, condizione di benessere e vitalità. E questa semplicissima ma molto efficace tecnica lo rende possibile grazie al test kinesiologico munscolare e l'utilizzo di magneti.

EFT e le tecniche di rilascio e di riequilibrio emozionale_page-0001.jpg
bottom of page