top of page

Orfeo e Euridice - Orfeo looks back

Aggiornamento: 18 feb




Orfeo, Figlio del re di Tracia Eagro e della Musa Calliope, fu poeta di grande talento, che aveva imparato a suonare direttamente dalle Muse la lira che Apollo gli aveva donato.

E il suo canto era in grado di piegare gli alberi e muovere le rocce, domare le fiere e deviare il corso dei fiumi.

Ma Orfeo era anche uomo valoroso e di grande coraggio, che quando fu di ritorno dal viaggio verso la Colchide per recuperare il Vello d'oro insieme agli Argonauti, si innamorò di Euridice e la chiese in sposa.

Finchè un giorno, nei pressi di Tempe, nella vallata del fiume Peneo, Euridice incontrò Aristeo che, innamorato di lei, cercò di farla sua.

E mentre la ninfa cercava di sottrarsi a lui, nella fuga, incontrò un serpente che la morse e Euridice morì.

Orfeo allora disperato decise di scendere nel Tartaro, per cercare di riportarla sulla terra.

Arrivato nell'Oltretomba, tale era la forza del suo amore e del suo canto che riuscì a raggiungere lo Stige e a incantare Caronte il traghettatore,

Cerbero e i tre giudici dei morti,

fece cessare le torture dei dannati, riuscendo infine anche ad addolcire il cuore di Ade e Persefone, re e regina degli inferi, che si convinsero di restituire Euridice al mondo dei vivi.

Gli venne quindi accordato di portare la sua amata con sé,

Ade, però, pose una condizione:

che Orfeo, durante l'ascesa del Tartaro non si voltasse mai indietro.

Lei avrebbe dovuto seguirlo finché non fosse arrivata alla luce del sole,

altrimenti per la ninfa il destino di tornare per sempre tra le ombre dei defunti.


Così, accompagnati da Hermes,

per tutto il viaggio la ninfa seguì la musica della lira di Orfeo.

Ma, quasi alle porte del modo dei vivi,

appena intravista la luce,

Orfeo tormentato dalla paura di averla perduta

e nel dubbio che la sua amata non fosse veramente con lui,

si gira.

E mentre cerca di sollevarle il velo dal volto, in un attimo,

presa per un braccio da Hermes a svolgere il proprio compito nonostante profondamente commosso dalla vicenda che stava dispiegandosi davanti a sè ,

Euridice scompare nell’abisso, facendo ritorno nel mondo delle ombre e dei defunti, questa volta per sempre.


Orfeo non trovò più pace.

Vagò per la terra, tentando di sublimare con la sua arte un passato che non potè più tornare e rifiutò la vita e l’amore fino a quando Dioniso invase la Tracia e scoprì che  Orfeo aveva dimenticato di onorarlo, iniziando invece i suoi fedeli ad altri misteri e condannando i sacrifici umani.

Dioniso allora incaricò le Baccanti di vendicarsi facendolo a pezzi e gettandone i resti nel fiume Ebro. La sua testa galleggiò ancora cantando fino all'isola di Lesbo, dove le Muse addolorate seppellirono le sue membra a Libetra, ai piedi del monte Olimpo, dove si narra che il canto degli usignoli sia più dolce che in qualsiasi altre parte del mondo.

E il suo strumento invece divenne la costellazione della Lira.


Quella invece in cui si dice che Zeus lo abbia ucciso con una folgore, perché colpevole di aver diffuso i misteri degli dei,

è l'altra versione della morte di Orfeo,

della leggenda parte di questo famosissimo Mito giunto a noi dall'antica Grecia ma anche come racconto di Ovidio parte delle sue Metamorfosi.

Che è stato uno dei miti a suscitare interesse e a ispirare numerosissimi artisti durante il corso del tempo,

portando con sé i temi di vita -morte e rinascita legati all'amore.

E anche il monito che,

una volta che venga concesso il favore degli dei,

una volta ottenuto il dono,

a ognuno libero arbitrio di agire come crederà.

Ma che può essere questione di un attimo,

e se la promessa che ha permesso che il dono si possa manifestare poi non dovesse venire rispettata,

saranno gli inferi, le ombre, la morte e l'oblio a continuare a regnare,

e l'amore morirà.


And there are places we must go to

E ci sono posti in cui dobbiamo andare


To bring these hollow words on back from

Per riportare indietro queste parole vuote


You must cross a muddy river

Devi attraversare un fiume fangoso


Where love turns to love turns to fear

Dove l'amore si trasforma, in amore, si trasforma in paura


They say you don't look

Dicono che non guardi


There's only one way

C'è solo un modo


On back from on back from here

Per ritornare, per ritornare da qui


They say you don't look

Dicono che non guardi


They say you don't look cause it'll disappear

Dicono che non guardi perché se no sparirà


And our eyes they keep on strainin'

E i nostri occhi continuano a sforzarsi


As if to see what lies behind them

Come per vedere cosa si nasconde dietro di loro


Through the shells of empty buildings and great columns of glass

Attraverso i gusci di edifici vuoti e grandi colonne di vetro


They say you don't look

Dicono che non guardi


They say you don't look

Dicono che non guardi


'Cause it'll drive you mad

Perché ti farà impazzire


And if it drives you mad

E se ti fa impazzire


If it drives you mad

Se ti fa impazzire


It'll prob'ly pass

Probabilmente passerà

8 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page